Il cielo d'autunno: se ne parla a planetario on line E-mail
Scritto da Pietro Baruffetti   
Venerdì 24 Settembre 2021 06:18

Stasera, venerdì 24 settembre, a partire dalle 21:30, per planetario on line avremo una lezione in diretta, curata dal’astronoma Lucia Papalini e da Irene Baruffetti. L’incontro, potrà essere seguito appunto in diretta e rimarrà comunque visibile. registrato, sulla pagina fb del gruppo astrofili massesi. Il vantaggio della visione in diretta è che sarà possibile, mediante chat, interagire con le relatrici, ponendo domande e richieste su quanto verrà detto. L’argomento sarà “il cielo d’autunno”, una presentazione degli oggetti (costellazioni e pianeti, stelle, ammassi e galassie) visibili nel cielo in questo periodo, sia dal punto di vista scientifico che aneddotico e mitologico. Il cielo autunnale di questa fine 2021 è arricchito dalla presenza in cielo dei pianeti Venere, Giove e Saturno, visibili all’inizio della serata. Venere è in particolare il “faro di luce” che possiamo scorgere poco sopra l’orizzonte, subito dopo il tramonto, guardando in direzione del mare. Seppure meno spettacolare dei cieli estivi o invernali, anche l'autunno mostra oggetti interessantissimi, a partire dalla celebre Galassia di Andromeda, la galassia "nostra vicina di casa", essendo distante poco più di 2,5 milioni di anni luce dal Sole.

Nell'immagine: fotomontaggio che mostra le dimensioni che ci mostrerebbero la Luna e la Galassia di Andromeda, se quest'ultima potesse essere più luminosa di quanto si mostri nel cielo. In realtà ad occhio nudo, in un cielo di media qualità, si percepisce solo il nucleo della galassia stessa, che è ben visibile con un comune binocolo. I bracci a spirale e gli altri particolari vengono fuori solo in fotografia e con telescopi al di sopra del 20 cm di diametro. Si tratta comunque dell'unica galassia visibile ad occhio nudo (se si escludono le Nubi di Magellano che sono due galassie satelliti della nostra Via Lattea, poste molto più vicine a noi).