Un altro dottorato in Astronomia, fra i soci GAM E-mail
Scritto da Pietro Baruffetti   
Martedì 30 Marzo 2021 11:08

Ormai sta diventando una piacevole abitudine. Abbiamo il piacere di poter annunciare un nuovo importante traguardo raggiunto da uno dei giovani GAM. A meno di un mese da due traguardi analoghi conseguiti da altri due soci, ieri ha brillantemente conseguito, cum laude, il dottorato di ricerca in Astronomia, presso l’Università di Padova, la nostra socia massese dott.ssa Cecilia Lazzoni. Ha discusso una interessantissima e innovativa tesi osservativa, frutto di oltre 3 anni di studi, sulla possibilità di osservare direttamente pianeti e addirittura lune di altre stelle. Come pure le elusive fasce di oggetti (tipo le nostre fasce di asteroidi) che ruotano attorno a stelle, alcune "giovanissime", distanti anche un migliaio di anni luce! Si tratta dei famosi esopianeti, come vengono comunemente chiamati, la cui ripresa diretta è difficilissima e sono pertanto scoperti finora praticamente solo in maniera indiretta, analizzando gli effetti che producono sulla luce o lo spettro della loro stella. Il GAM esprime la sua soddisfazione e i suoi complimenti per il conseguimento del dottorato di ricerca di Cecilia, che si aggiunge alla dozzina (quasi tutte al femminile) di dottorati, laureati e laureandi nel settore dell’astronomia, di giovani della nostra zona. La stessa Cecilia, che aveva studiato presso il Liceo Scientifico di Massa, intende proseguire nel lavoro di ricerca astrofisica, e la sua tesi è frutto di collaborazione internazionale e di sue osservazioni e visite a uno dei maggiori osservatori astronomici mondiali, quello del Cerro Paranal nel deserto di Atacama in Cile (vedi foto). Ad maiora.


Nella foto: Cecilia Lazzoni durante la sua missione osservativa in Cile, davanti a uno dei quattro telescopi di 8,2 metri che formano complessivamente il VLT (Very Large Telescope, letteralmente, in italiano, "telescopio molto grande"), attualmente uno dei maggiori strumenti astronomici operativi sulla Terra