Salviamo il cielo stellato !!! E-mail
Scritto da Pietro Baruffetti   
Domenica 18 Ottobre 2020 18:36

Qualche settimana fa abbiamo appreso che il Comune di Massa si accinge a affidare un contratto pluriennale per l'illuminazione pubblica e la sua manutenzione nel territorio comunale. Ciò non può farci altro che piacere. Cogliamo occasione, per l’ennesima volta, per metterci a disposizione gratuita per dei suggerimenti affinché l’illuminazione stessa sia meno inquinante possibile, faccia risparmiare denaro e non danneggi la natura (animale e vegetale).

Attendiamo fiduciosi una convocazione generale o sui singoli interventi, da parte del comune e/o della Ditta cui sarà affidato l'appalto. Pensiamo di poter far risparmiare al comune di Massa qualche decina di migliaia di € in spese annue, e di collaborare a poter poco alla volta ripristinare la possibilità di guardare, da parte di tutti, anche dalla nostra città, il cielo stellato e non un grigio uniforme con pochissime stelle. Il tutto, come dicevamo, a titolo assolutamente gratuito per quanto ci riguarda.

Vorremmo che l’illuminazione del parcheggio di Quercioli (vedi foto), realizzata qualche mese fa, potesse essere l’ultimo intervento con inutile dispersione verso il cielo di circa il 40% dell’energia consumata (e dei soldi e del relativo inquinamento in fase di produzione); fra l’altro rischiando di condizionare pesantemente (e "sprecosamente") la possibilità di osservare il cielo da parte del Gruppo Astrofili Massesi (gruppo di ricerca amatoriale con rapporti scientifici con tutto il mondo). A Quercioli hanno infatti sede il gruppo e sono presenti i due telescopi da ricerca più grandi attivi nel nostro comune.

Nell'immagine: due foto scattate ieri da uno dei terrazzi da cui vengono effettuate le osservazioni scientifiche GAM. La prima è al momento del tramonto e la seconda quando sta per scendere il  "buio" della notte. Si vedono due giganteschi lampioni male indirizzati (sparano molta della loro luce non al suolo, ove serve, ma verso il cielo, ove disturba). Per capire quanto siano inquinanti si tenga conto che le foto sono prese da 230 metri di distanza e da un'altezza di 10 metri dal terreno!!! Da quel terrazzo è possibile leggere il giornale illuminati da quei lampioni !!!. Basterebbe (per dare meno inquinamento luminoso e per risparmiare molti euro all'anno) ridurre al 50% la loro potenza e inclinarli di pochi gradi verso il basso. Non ci sono vetture alte una decina di metri che possano entrare nel parcheggio...